Caso : Conto Economico di Commessa (CEC)

 

Azienda:

 

30 dipendenti, produce macchine e automatizzazioni  4 mln di  fatturato

Struttura :

 

produce macchine speciali con  un lead time di 3-4 mesi per  un valore dai  40.000 ai 100.000 euro.

 

Descrizione:

 

L’azienda (senza averne piena coscienza) non aveva la gestione dei  costi  di  commessa.  Poteva avere solo una stima, una volta  conclusa e fatturata la commessa  ( di  solito  2-3 mesi  dopo  la consegna).

 

Obbiettivi:

 

  • Creare uno strumento di  gestione del  conto  economico
  • Evolverlo nel  piano  finanziario
  • Avere una dato sugli  scenari  di  commessa già in  fase di  contrattazione e contratto.
  • Dare una road map per il proseguo della commessa

.

Valori

 

  • Utilizzare metodi più semplici possibili ,questo per divulgare meglio le informazioni. (cerchiamo di  fare bene le cose semplici,)
  • Essere veloci nell’ elaborare le informazioni (dirty but quickly)
  • Cerchiamo di essere leggeri e di non  creare sovrastrutture da alimentare. (lean&light)

Azioni

 

  • Impostare un referente di commessa
  • Creare strumenti per il  monitoraggio

Commenti

 

Spesso  le problematiche  avvengono  per mancanza di  comunicazione tra le varie funzioni, tale problema evidenzia una  grossa lacuna ,se non  la mancanza, di un  sistema di gestione qualità. E’ utilie impostare uno  strumento,  ma spesso  è  più  utile lavorare sulle risorse umane e sui  processi.

 

Soluzioni

 

  • Si è  creato una scheda preventivi univoca  e semplificata
  • I costi sono poi  stati  ragruppati  e “linkati”  nel CEC.
  • Impostando le date cardine della commessa , sia dei pagamenti che delle uscite, è possibile vedere il  piano  finanziario  di  commessa, avere uno  scenario e poter capire dove intervenire , sia sui  costi  che sulle tempistiche.

fin-01

 

Questo il  conto  economico definito  in  fase di preventivazione e chiuso  in  fase di  consuntivazione,  passando  per il  consolidato  di  commessa.

fin-02

 

 

Questo  strumento  per rilevare gli scenari futuri.

 

Risultati

 

Iniziando  con  gli  scenari  di  comessa è  stato possibile creare  uno scenario  dell’azienda .

I ritardi  si sono  ridotti del  15%  ed  i costi  medi  del  5%. Il finaziario  aziendale ne ha giovato.

 

Positività

 

  • Uno strumento per gli  scenari  futuri

Uno strumento  che  pone degli  obbiettivi ( temporali  ed economici)

  • Possibilità di determinare dove  avvengono  le varianze
  • Uno strumento  di misurazione (in ottica qualità)
  • La gestione di tutto non  comporta enormi  tempi  di gestione.

Conclusioni

 

E’ strategico  avere la previsionalità temporale ed economica delle attività  in  azienda, sia a livello  direzionale che a livello  operativo. Questa gestione di dati ha una leva  importante nelle fasi  decisionali. Le aziende che sanno  gestire queste informazioni  in  modo  analitico  sono  quelle che riescono  a massimizzare i  profitti.